Assicurare il proprio viaggio

Quando e’ tempo di viaggi, di vacanze una persona pensa più a lasciare alle spalle il proprio lavoro, la solita routine quotidiana, e le solite scocciature che ci assalgono durante l’anno. Si pensa a stare con la famiglia, con gli amici o anche a viaggiare da solo perch no. Forse molti di noi pero’ non pensano che quando si pianifica un viaggio tocca pensare a tutto compresa l’assicurazione. Perche’ per svariate cose il nostro viaggio si puo’ rovinare con una malattia, una storta presa durante una lunga camminata o visita. Quindi non rovinare questo momento magico che hai sempre sognato e ricordati di prendere questa precauzione prima di partire.

Attualmente abbiamo moltissime assicurazioni che ci offrono altrettante polizze viaggi.
Proviamo a descrivere tre tipologie di assicurazioni:

  • assicurazione viaggi per un singolo viaggio
  • assicurazione viaggio per un numero determinato di partenze durante l’anno
  • assicurazione viaggi per studenti all’estero o tirocinio.

Questi 3 tipi di assicurazioni prevedono una copertura rischi a fronte di un premio e durano la prima per un viaggio solo, la seconda per un anno, la terza sia per un anno che per viaggi differenti. Inoltre e’ possibile avere e chiedere dei preventivi diversi cioe’ se si viaggia a coppia, singoli, in famiglia, o in gruppo. C’e’ pure la possibilita’ di un’altra variabile ossia l’eta’ del assicurato.

Esistono altre polizze invece per brevi viaggi, weekend o viaggi con la durata di 30 o 45 giorni. Da aggiungere anche l’immenso mondo delle assicurazioni ci offre anche polizze per chi viaggia per 365 giorni e a quel punto e’ consigliabile fare un pacchetto multiviaggio. Capita pure ad esempio di annullare il viaggio causa una malattia e in questo caso le assicurazioni potrebbero coprire le spese di riprogrammazione ma non tutte le fanno.

  • Quindi riassumendo il tutto in uno specchietto potremmo dire così:
    Durante la permanenza del soggiorno in caso di necessita’ dovrai sentire la tua assicurazione di riferimento
  • Dare loro i tuoi numeri e lettere identificativi
  • Comunicare il tuo numero di cellulare o telefono riperibile

Mentre per ricevere il pagamento del rimborso:

  • Dati anagrafici e codice fiscale
  • Diagnosi del medico
  • Fatture pagate

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *