Le bellezze del Portogallo

Il Portogallo certo genera un grande fascino su ognuno di noi. Un paese dalla cultura variegata e pittoresca, dalla storia antica ed affascinante. Ma cos’ha il Portogallo da offrirci? Beh, vediamone le attrazioni principali…

Il Carnevale

Visitare il Portogallo nel periodo del carnevale è un’esperienza unica. Il carnevale è infatti una delle feste più divertenti e sentite del paese, e non è un caso se il carnevale più famoso del mondo, quello brasiliano, trova le sue origini proprio in Portogallo: furono i coloni portoghesi a esportare il carnevale in America Latina all’epoca delle conquiste. Oggi, dalle grandi città ai paesini rurali dell’entroterra, lo spirito giocoso del carnevale arriva ovunque, e lo fa in diversi periodi dell’anno.

 

Le città più rinomate per i loro festeggiamenti sono Lisbona, Torre Vedras, Madera e diversi centri delle Azzorre. A Lisbona il carnevale dura tutto il mese di febbraio: la città si riempie di gente in maschera, carri allegorici, musica ed eventi. Il Parco Nacoes, in particolare, diventa il teatro di feste, gare e concerti. Il mercoledì dopo il martedì grasso si svolge invece il carnevale dei Villani, che celebra la fine dei festeggiamenti e quindi del carnevale. Torre Vedras sorge a poca distanza da Lisbona ed ospita dal 1800 quello che forse è il carnevale più classico del Portogallo. Nato quando gli abitanti della città decisero di girare per le vie con costumi bizzarri, improvvisando balli e canti, il carnevale si è presto istituzionalizzato e oggi nulla viene lasciato al caso. Nel mese di agosto è possibile vedere una piccola anticipazione di 4 giorni, con alcuni dei 13 carri allegorici in preparazione per la festa. Travestimenti caratteristici di Lisbona e Torre Vedras sono i “cabeçudos”, grosse teste di cartapesta raffiguranti personaggi noti, e i “ze pereiras”, gruppi musicali armati di tamburi, cornamuse e altri strumenti.

 

carnevale

 

Il carnevale di Madera è tra i più famosi al mondo. Si tiene in febbraio ed è celebrato con addobbi fluorescenti, maschere, ballerini e bande musicali. Ogni anno nella capitale Funchal si sceglie un tema per i festeggiamenti (tra gli altri: i segni zodiacali). Uno dei momenti più caratteristici è il “trapalhao”, la sfilata di pagliacci dell’ultimo sabato di festa, tradizionalmente conclusa da un grande ritrovo in piazza. Anche alle Azzorre il carnevale ha tantissima visibilità e i festeggiamenti celebrano spesso le origini e la cultura delle isole. Tipica di Terceira è la riproposizione di spettacoli teatrali tradizionali (le velhas), spesso basati su fatti politici locali. Il Carnevale di Loulé, in Algarve, è caratterizzato da lanci di uova e farina e attira ogni anno migliaia di visitatori.

L’offerta musicale portoghese è ricca e varia in ogni periodo dell’anno. Moltissimi festival sono ormai un appuntamento fisso nel calendario di appassionati in arrivo da ogni parte d’Europa e del mondo. Il Festival Terras Sem Sombra, fondato nel 2003, è la più grande manifestazione portoghese di musica sacra. Si tiene ogni anno in luoghi diversi dell’Alentejo e prevede nel periodo che va da marzo a giugno una serie di concerti nelle chiese più belle della regione. Il Festival das Músicas e dos Portos (Festival della Musica e dei Porti) cade ogni febbraio a Lisbona per celebrare la cultura del Fado, il tradizionale e malinconico canto popolare portoghese. Il Festival de Sintra è invece dedicato agli appassionati di musica classica. Si svolge ogni anno in estate (giugno-luglio) e comprende circa 12 concerti di musica per pianoforte.

 

Vastissima anche l’offerta jazz: tra le principali proposte c’è il Funchal Jazz di Madera (luglio), che dal 2000 porta sull’isola i principali nomi della scena internazionale. Il Cool Jazz Festival di Cascais, sempre in luglio, ospita in un meraviglioso parco i più grandi artisti della scena jazz, pop e world (da Sting a Pat Metheny). Il BaixAnima Street Festival è un classico di Lisbona. Da luglio a settembre il quartiere di Baixa diventa un palcoscenico animato da spettacoli gratuiti di musica, danza, arti circensi, sport, teatro e street life.

 

Ricca e variegata è poi la proposta rock. Tra gli appuntamenti rinomati bisogna segnalare il Rock in Rio Lisboa, un festival che ha origine in Brasile ma che viene replicato anche in Portogallo con cadenze variabili. Si tratta di una serie di concerti di 5 giorni su 5 diversi palchi dove si alternano i grandi nomi della scena rock, metal ed elettronica. Il Super Bock Super Rock è invece un evento di 3 giorni sponsorizzato da una nota marca di birra locale. Si svolge a Lisbona nel Parque do Tejo e accoglie ogni anno migliaia di avventori. Sempre a Lisbona si tiene l’Optimus Alive!, un festival di 3 giorni che dal 2007 coinvolge artisti di fama mondiale come i Radiohead, i Beastie Boys, i Pearl Jam o i The Cure. Dal 2012 l’offerta conta anche l’Optimus Primavera Sound, una costola di un festival spagnolo di grande successo. Fissato nel mese di giugno, l’evento dura 3 giorni ed accoglie nomi di culto della musica indie rock ed elettronica nella meravigliosa cornice del Parque da Cidade di Oporto.

Soggiornando nelle principali città portoghesi, è possibile scoprire il fascino di gioielli nascosti con brevi spostamenti. Le distanze sono ridotte e i mezzi di trasporto non mancano. Facendo base a Lisbona le escursioni imperdibili sono Sintra, Estoril e Cascais. Dichiarata nel 1995 Patrimonio dell’Umanità UNESCO, Sintra è un luogo magico e ricco di storia, che ha affascinato nei secoli scrittori del calibro di Lord Byron ed Eça de Queiroz. La città è circondata della Serra di Sintra, un’area boschiva lussureggiante e ricca di chalet, tenute e strutture ricettive del sistema turistico rurale. Il centro storico è incantevole e perfettamente conservato. L’attrazione imperdibile è il colorato Palácio da Pena del 1839, esempio unico dello stile architettonico portoghese di epoca romantica. D’obbligo anche una tappa a Cabo da Roca, il punto più ad ovest d’Europa, raggiungibile con l’autobus 403 che parte dalla stazione ferroviaria di Sintra. Il mezzo più comodo per arrivare in città è il treno, che da Lisbona impiega circa 40 minuti.

Ad appena 25 chilometri dalla capitale si trovano due tra le principali località della costa atlantica: Estoril e Cascais. Estoril è un ex-villaggio di pescatori ancora oggi incredibilmente suggestivo, mentre Cascais è una delle località più glam del paese, nota per i divertimenti, i casinò e gli splendidi campi da golf. Anche in questo caso l’itinerario in treno è consigliatissimo: partendo dalla stazione di Cais do Sodré (Lisbona) potrete godervi un viaggio panoramico scoprendo alcuni degli scorci più suggestivi del Portogallo.

Soggiornando a Oporto si possono visitare Vila Nova de Gaia, Guimares e Coimbra. Vila Nova de Gaia, malgrado la vicinanza a Oporto, è un comune a parte. Situata sulla riva meridionale del fiume Duoro, e quindi dal lato opposto rispetto a Oporto, la città è una delle località migliori per degustare l’ottimo Porto. Scelta a partire dal 1700 come luogo di invecchiamento del vino, Vila Nova de Gaia è ricca di locali ed enoteche con splendide terrazze panoramiche. Guimares sorge a poco più di un’ora di distanza ed è una tappa imperdibile per gli appassionati d’architettura. Ricco di storia e tradizione, il suo piccolo centro storico è stato anch’esso dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Coimbra è famosa per la sua università, fondata nel 1290 e considerata quindi uno dei più antichi atenei d’Europa. Città vivace e molto amata dai giovani, Coimbra è ricca di storia, divertimenti e cultura. Per raggiungerla si impiega circa un’ora di treno da Oporto.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *